Skip navigation

Due cose in realtà: uno è molto molto molto buono, due non è Mastodonticamente buono.

Niente megaurloni alternati con paesaggioni sludge da 13 minuti basati su storie assurde.

Finiti i quattro elementi che avevano caratterizzato gli album precedenti ora si sono detti: “e ora qualcosa di diverso”

Ed è uscito il loro “black album”, diverso di stile, ma ugualmente epico.

Molti, soprattutto i più conservatori (che nel metal pullulano più che a una convention di destra), storceranno il naso di fronte ai Mastodon da 4 minuti che cantano sempre in pulito (con qualche sforzo notevole), ma i più obiettivi devono riconoscere che qua c’è abilità e talento a pacchi.

Quando si è bravi, si può decidere “ok facciamo questo” e farlo bene.

Magari il prossimo album sarà un disco di samba-metal intitolato “the hard damnation of Caracas”, e sarà comunque esaltante.

In definitiva, questo è probabilmente uno degli album Hard/heavy dell’anno, fateci un giro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: